Oleolito di rosmarino

Questo oleolito e` rubefacente (revulsivo), tonico ed antisettico. E` facile da preparare e possiamo usare foglie fresche o secche. Il rosmarino e` molto diffuso, facile da coltivare ed e` sempreverde, dunque disponibile tutto l`anno.

Occorrente per 400 ml di oleolito:

- fiori secchi o freschi di rosmarino (rosmarinus officinalis, 200 gr)
- 400 ml di olio vegetale (io ho usato olio di oliva)
- olio essenziale di rosmarino (5 ml, facoltativo)
- un contenitore pulito di vetro scuro
- una garza o un filtro a maglia stretta

Metodo a caldo (se usiamo foglie fresche):

Poniamo le foglie di rosmarino in un contenitore. Ricopriamole di olio e mettiamo poi sul fuoco a bagnomaria. Quando la temperatura raggiunge i 50 gradi C (usiamo un termometro da cucina per misurare la temperatura) lasciamo in infusione per l`intera nottata. A questo punto l`oleolito e` pronto per essere filtrato con una garza o con un filtro a maglia stretta, pressando bene le foglie per far si che il nostro oleolito sia ricco dei loro principi attivi. Filtriamo dunque in un bottiglino di vetro scuro ed aggiungiamo gli oli essenziali, che non solo ne aumenteranno l`efficacia ma gli doneranno anche un gradevole profumo.

Metodo a freddo (se usiamo foglie secche):

Mettiamo in un contenitore di vetro scuro le foglie e ricopriamole con l` olio.  Pressiamo bene il tutto verso il fondo del contenitore, non devono restare parti della pianta fuori dall`olio. Versiamo un cucchiaio di alcool (passaggio facoltativo) e chiudiamo bene il barattolo, che andremo a metterlo in una stanza buia (ad esempio in uno sgabuzzino oppure in un armadio). Lasciamolo cosi` per una ventina di giorni, andando di tanto in tanto a scuoterlo. Passati i 20 giorni filtriamo in un bottiglino pressando bene le foglie. Lasciamo riposare per un giorno, filtriamo di nuovo ed aggiungiamo, se vogliamo, l` olio essenziale di rosmarino.

Come si usa? 

Massaggiare la pelle con un cucchiaio di prodotto.

Consigli:

La percentuale degli oli essenziali e` dell` 1% quindi in 500 ml di oleolito useremo 5 ml di olio essenziale e su 1 l di oleolito useremo 10 ml di olio essenziale.
L`olio di oliva contiene naturalmente tocoferolo (vitamina E) che ne aiuta la conservazione. Si possono comunque usare altri oli (di mandorle, di jojoba, di avocado, di germe di grano, di ricino, di girasole, di semi, ecc).
La proporzione degli oleoliti e` una parte di foglie e due parti di olio.