Oleolito di calendula

Questo oleolito e` lenitivo, anti prurito, emolliente ed utile anche in caso di rossori. Si prepara con i capolini secchi di calendula.

Occorrente per 400 ml di oleolito:

- fiori secchi di calendula (calendula officinalis200 gr)
- 400 ml di olio vegetale (io ho usato olio di riso)
- un contenitore pulito di vetro scuro
- una garza o un filtro a maglia stretta

Mettiamo in un contenitore di vetro scuro i fiori ricopriamoli con l` olio.  Pressiamo bene il tutto verso il fondo del contenitore, non devono restare fiori fuori dall`olio. Versiamo un cucchiaio di alcool (passaggio facoltativo) e chiudiamo bene il barattolo, che andremo a metterlo in una stanza buia (ad esempio in uno sgabuzzino oppure in un armadio). Lasciamolo cosi` per una ventina di giorni, andando di tanto in tanto a scuoterlo. Passati i 20 giorni filtriamo in un bottiglino pressando bene i fiori. Lasciamo riposare per un giorno, filtriamo di nuovo.

Come si usa? 

Applicare un cucchiaino di prodotto o più sulla zona da trattare e massaggiare per facilitarne l`assorbimento.

Consigli:

La percentuale degli oli essenziali e` dell` 1% quindi in 500 ml di oleolito useremo 5 ml di olio essenziale e su 1 l di oleolito useremo 10 ml di olio essenziale.
L`olio di oliva contiene naturalmente tocoferolo (vitamina E) che ne aiuta la conservazione. Si possono comunque usare altri oli (di mandorle, di jojoba, di avocado, di germe di grano, di ricino, di girasole, di semi, ecc).
La proporzione degli oleoliti e` una di fiori e due di olio.