Gli animali totemici

Gli animali totemici sono alleati astrali molto potenti e molto importanti non solo per chi si dedica all`Arte ma anche per chi da` un senso più spirituale alla vita, e magari pratica anche la meditazione.
Gli animali totemici sono presenti in numerose culture, ed e` una credenza molto sentita nelle tribù degli Indiani d`America.
Secondo gli i Nativi Indiani abbiamo nove animali guida: uno per ogni punto cardinale, uno per ogni elemento naturale (Nord, Est, Sud, Ovest, Centro, Terra, Cielo) e due, uno a destra e uno a sinistra, che ci accompagneranno per sempre.
Alcune Streghe quindi hanno più animali totemici, mentre altre ne hanno solo uno.
Non c`e` un limite agli animali totemici, tuttavia e` bene imparare a lavorare con loro poco a poco e prendendoci tutto il tempo necessario per conoscerli e fare esercizi con loro. Meglio uno alla volte che tutti insieme!
Ci proteggono nei piani sottili, laddove e` davvero importante essere protetti, e ci aiutano dandoci caratteristiche di cui abbiamo bisogno (forza, saggezza e cosi via a seconda degli animali totem). Da non dimenticare che possono anche essere ottimi messaggeri ed osservatori! Inoltre possiamo far nostre alcune delle loro caratteristiche (es: lupo = cooperazione di gruppo, forza, ecc). Anche in questo caso si dimostreranno eccellenti maestri.
Il migliore metodo e` incontrarli nella meditazione, perciò prima di ricercare l`animale totemico dovremo aver già fatto pratica con le tecniche meditative. Prima di incontrare l`animale totemico possiamo informarci su alcuni animali e studiarne le loro caratteristiche, gli habitat, l`alimentazione e cosi` via.
Per incontrare l`animale totemico possiamo seguire alcuni metodi, scegliendo anche quello che più ci piace. Ad esempio: entriamo in uno stato meditativo e visualizziamoci in un luogo. Camminiamo in esso, guardiamoci attorno e chiamiamo l`animale totemico. Colui che si presenterà sara` il nostro animale totemico.
Quando sappiamo quale e` il nostro animale totemico, dobbiamo coltivare il rapporto con lui, incontrandolo spesso durante la meditazione e facendoci amicizia. Solo cosi` si instaurerà un rapporto profondo e di grande conoscenza reciproca, e potranno aiutarci anche come osservatori e messaggeri.
Spesso gli animali che in noi provocano una grande attrazione potrebbero essere proprio i nostri totem.
Gli animali totem non vanno confusi con i famigli, che sono animali in carne ed ossa che vivono con la Strega.

Ne elenco qualcuno qua sotto con le principali caratteristiche comuni, ma ne esistono moltissimi altri vista l`innumerevole quantità di animali presenti sulla Terra: qualsiasi animale può essere il nostro totem. Al nostro animale saremo anche noi a dargli delle caratteristiche e dei significati ulteriori, ma per farlo dovremo conoscerlo bene e dovremo aver già imparato da lui.
Anche se un animale non e` un nostro totem possiamo imparare moltissimo da esso, ogni animale ha tante cose da insegnarci... sta a noi essere in grado di ascoltare e comprendere ciò che hanno da dirci. Presto saranno aggiunti nuovi animali a questo elenco.

Testo consigliatissimo: "Segni e presagi del mondo animale", di Ted Andrews, edizioni mediterranee. E` un libro perfetto per approfondire le caratteristiche di moltissimi animali ed imparare a "lavorare" con essi.


Ape: l`ape in Egitto era simbolo di regalità mentre in Grecia erano collegate nella simbologia dei misteri eleusini (rituali religiosi misterici annuali che si svolgevano in Grecia nella città di Eleusi, presso il santuario di Demetra). Presso i celti invece era associata alla sapienza celata. Grazie al loro importantissimo ruolo nell`impollinazione dei fiori, sono associate a fertilità e sessualità. E` grazie ad esse se i fiori possono sbocciare e dare dei frutti. Quando l`ape si manifesta dobbiamo chiederci se nella vita stiamo facendo abbastanza e se siamo davvero produttivi. Spesso le api, ad eccezione di qualche specie come le api murarie (quelle nere e piuttosto grosse dai riflessi blu, spesso scambiate erroneamente per calabroni), vivono in comunità. Nella comunità ogni membro ha il suo ruolo ed adempie ai suoi compiti con grande efficienza. Le api sono maestre di ingegneria e costruiscono favi perfettamente esagonali. L`ape ci ricorda che dobbiamo estrarre il miele (il lato dolce e bello) dalla vita.

Aquila: le aquile sono abilissime nella caccia e si librano nell`aria con una maestosità sorprendente. Secondo i greci Zeus spesso assumeva le sembianze di questo volatile (lo stesso per i romani che associavano Giove all`aquila), presso i Sumeri esisteva un dio con le sembianze d`aquila. Esistono diverse specie di aquila. Presso i Nativi Americani si ritengono sacre le piume di aquila, che sono utilizzate nella purificazione dell`aura e nello shapeshifting. Le aquile hanno un campo visivo notevole ed hanno un udito molto sviluppato. L`aquila che si manifesta nella nostra vita ci segnala che sta per aumentare la nostra capacita` di udire fisicamente e spiritualmente. L`aquila e` un grande predatore, e come tutti i predatori aiuta a mantenere in equilibrio l`ecosistema. Con l`aquila come totem anche le ripercussioni karmiche saranno più rapide e forti, nel bene e nel male.

Barbagianni: grazie al suo aspetto spettrale e` associato alla comunicazione con i fantasmi, al collegamento con gli antichi spiriti, alla medianità. Il suo formidabile udito lo rende anche un maestro che ci insegna ad ascoltare la nostra voce interiore e quella degli spiriti (chiaroudienza).

Cane: il cane appartiene alla famiglia dei canidi, come i lupi ed i coyote. Esistono moltissime razze di cani, molte di esse create appositamente dall`uomo attraverso incroci. Ogni cane ha il suo ruolo, ad esempio i cani da pastore assistono e proteggono gli animali da fattoria, altri sono cani adatti per lo sport, altri per il nuoto (ad esempio il labrador retriever), quelli da guardia proteggono la famiglia. Il cane rappresenta la fedeltà e la lealtà, ma anche l`amore incondizionato, la socievolezza, la curiosità e il lato infantile giocherellone che rimane dentro tutti noi e che spesso un cane e` in grado di tirare fuori. Il cane ci fa porre delle domande importanti, sta a noi ascoltarle.

Civetta: la civetta e` il volatile sacro alla dea greca Atena, in molte tradizioni era la custode delle anime dei trapassati poiché vagava nella notte, e durante il Medioevo, periodo in cui moltissime Streghe vennero accasate e giustiziate ingiustamente, venne coniato il termine "Strega" derivandolo proprio dalla Strix, il nome della civetta. Si pensava infatti che le Streghe si tramutassero in civette per compiere indisturbate i loro malefici (le Streghe, purtroppo, non godevano di buona fama). Alla civetta non viene solo associato il compito di controllare il regno dei morti, ma anche la capacita` di prevedere i fenomeni atmosferici cantando la notte. Da ciò ne deriva la sua associazione con la preveggenza.

Cornacchia: vedi corvo

Corvo: i corvidi (e quindi non solo corvi, ma anche cornacchia, ghiandaia, taccola, gazze ladre e via dicendo) sono tra gli animali più intelligenti al mondo, e sono in grado di compiere processi mentali che si credeva fossero unicamente dei primati. Quindi viene associato all`astuzia, all`intuito ed allo studio, all`intelligenza. Il corvo e` l`animale che secondo gli Indiani d`America traghetta le anime dei defunti, ed e` quindi associato anche alla spiritualità, alla magia ed allo sciamanesimo. Il corvo imperiale e` molto giocherellone ed e` in grado di memorizzare e ripetere dei vocaboli come i pappagalli. Nella tradizione celtica rappresenta la Morrigan.

Coyote: il coyote e` intelligente e giocherellone, ricordandoci di non prendere sempre tutto troppo seriamente e di mantenere sempre quel lato gioioso e giocherellone. Il coyote rappresenta l`equilibrio tra la follia e la saggezza, e ci aiuta a trovare la saggezza laddove non siamo in grado di vederla. La caccia richiede una forte collaborazione, insegnandoci a cooperare per raggiungere risultati soddisfacenti. Le coppie spesso sono monogame e il padre partecipa attivamente alle cure verso i piccoli. Entrambi i genitori insegnano ai piccoli le tecniche di caccia. Durante la gravidanza, la femmina e` protetta e nutrita dal maschio. Il coyote e` associato alla carta dei tarocchi del Matto.

Delfino: il delfino e` un mammifero marino, sebbene alcune persone lo chiamino erroneamente pesce. I delfini partoriscono i piccoli e li allattano, e le cure parentali sono anche piuttosto lunghe. Il delfino e` associato al potere del suono grazie ai fischi che emettono ed e` associato al potere del respiro (utilissimo non solo durante la meditazione ed il rilassamento) per le apnee a cui si sottopongono siccome non possiedono branchie ma polmoni. Chi soffre di problemi respiratori può trarre grande aiuto dagli insegnamenti del delfino sulla respirazione. Il delfino e` un animale molto intelligente, curioso e socievole.

Gatto: il gatto e` un animale che ritroviamo in tante culture e sin da tempi antichissimi. Presso gli Antichi Egizi il gatto era ritenuto sacro e la Dea Bastet veniva raffigurata proprio con le sembianze di un gatto. Presso gli Scandinavi il gatto era associato alla Dea della fertilità Freya. I gatti sono animali curiosi, intelligenti, imprevedibili ed intraprendenti. Durante il medioevo si riteneva che le Streghe fossero in grado di assumere le sembianze di un gatto e per questo motivo durante la caccia alle Streghe vi furono anche molti gatti vittime della superstizione, della paura e dell`ignoranza. Cio` ha ulteriormente rinforzato il rapporto che lega le Streghe ai gatti. Il gatto vede bene anche al buio (grazie ad un maggior numero di bastoncelli oculari) e durante la notte adora fare giri ed esplorazioni. Il suo rapporto cosi confidenziale con il buio e la notte lo ha associato al mistero ed alla magia.

Gazza: appartenente alla famiglia dei corvi, la gazza ci insegna a sfruttare ciò che abbiamo a disposizione, siano essi oggetti fisici o qualità ed abilità. E` dotata di un`eccezionale intelligenza e viene associata alle conoscenze occulte, alla furbizia, al mondo metafisico e alle streghe. Avvistare una gazza dovrebbe farci sorgere alcune domande, ad esempio dobbiamo chiederci se abbiamo qualche conoscenza che pero` non stiamo utilizzando, oppure se stiamo usando nel modo sbagliato le nostre conoscenze. La gazza ci insegna ad utilizzare le conoscenze occulte efficacemente e ci mostra tutto ciò che possiamo fare anche con una limitata conoscenza occulta.

Gufo: il gufo viene da sempre associato alla saggezza, ai presagi ed alla chiaroveggenza. Ci aiuta a vedere le verità nascoste, ad essere sapienti e saggi, a valutare la situazione prima di agire, ad avere una visione globale d`insieme della situazione e di ciò che ci circonda.

Lucertola: la lucertola e` un animale rapido ed astuto. Spesso e` dotata di una gorgiera che simboleggia il collegamento tra il conscio ed il subsconscio e tra il sonno e la veglia, stimolando quindi i sogni lucidi. Le lucertole percepiscono le vibrazioni del terreno, questa grande sensibilità ed il suo collegamento con i sogni ci insegnano quindi ad ascoltare le nostre intuizioni e fidandoci delle nostre percezioni. La sua abilita` nel perdere la coda per distrarre il predatore ci aiuta invece a risvegliare la capacita` del distacco oggettivo.

Lupo: il lupo non ha sempre goduto di ottima fama anche a causa del ruolo che gli e` sempre stato dato nelle favole, instillando sin nei più piccoli la paura per questo animale che invece rappresenta la lealtà, e` socievole, amichevole e molto intelligente. Sono animali piuttosto abitudinari e seguono delle regole ben precise. All`interno del branco ognuno ha il suo ruolo e in un branco ci sono sempre un maschio alfa ed una femmina alfa, sua compagna. Tra lupi durante un conflitto raramente si sfocia nella violenza, in quanto sono animali che hanno sviluppato un eccellente linguaggio del corpo ed una grande espressività che trasmette immediatamente all`altro il proprio stato d`animo e la propria posizione sociale. Questo ci ricorda che dobbiamo essere coscienti della nostra forza senza doverla ostentare e senza metterla continuamente in mostra. Studiare e meditare su questo animale può essere molto utile a chi ha problemi nella comunicazione. I lupi non sono solo maestri nella comunicazione non verbale ma anche in quella verbale, infatti hanno un "vocabolario" ricco di vocalizzi. Tutti il branco si occupa dei piccoli che nascono dal maschio alfa e dalla femmina alfa, insegnandoci il valore della famiglia e l`amore per essa. Il lupo divora la preda senza lasciare scarti ad eccezione delle ossa, insegnandoci a non sprecare nulla e a far nostro tutto ciò che e` disponibile.

Pappagallo: il pappagallo viene ritenuto un ambasciatore tra il mondo degli umani e quello dei volatili, grazie alla capacita` di molti di loro di memorizzare moltissime parole. I pappagalli non sono solo belli, grazie ai loro piumaggi allegri e particolari, ma sono anche molto intelligenti e curiosi. E` considerato un animale del sole ed e` associato alla guarigione con i colori. Le sue piume possono essere utilizzate per invocare le energie del sole.

Pipistrello: il pipistrello e` un ottimo rappresentante dell`intuito, perché muovendosi nel buio si affida al suo raffinato udito (grazie all` eco-locazione), e non alla vista (che e` comunque sviluppata). L`udito e` talmente sviluppato che gli consente di attraversare anche spazi piccoli senza urtare gli ostacoli. Questo formidabile udito ci porta ad associarlo alla chiaroudienza. Di giorno riposa nelle grotte o in luoghi bui, uscendo poi la notte. Questa caratteristica lo ha da sempre associato anche alla rinascita. In Babilonia il pipistrello simboleggiava le anime dei defunti, mentre in Cina e` simbolo di felicita. Presso i Maya era invece ritenuto simbolo di rinascita ed iniziazione, mentre nel Medioevo erano ritenuti piccoli draghi. Il pipistrello rappresenta cambiamento e trasformazione, rinascita e transizione. Essendo animali notturni ci invitano ad affrontare le nostre paure che spesso il buio custodisce. I pipistrelli sono gli unici mammiferi volanti, ci invitano a sollevarci e vedere il mondo da un`altra prospettiva. I pipistrelli dormono a testa in giù, ricordandoci la carta dell`Impiccato dei Tarocchi, che rappresenta la forza nell`affrontare gli ostacoli, alla fine dei quali troveremo una nuova coscienza. Simboleggia anche la manifestazione inaspettata di nuovi orizzonti.

Polpo: il polpo e` un vero escapologo, e riesce a tirarsi fuori dalle situazioni più difficili. E` molto intelligente ed e` un mollusco che nel corso dell`evoluzione ha modificato la conchiglia, che, come in tutti gli altri cefalopodi, e` interna. La sua astuzia e la sua capacita` di tirarsi fuori dalle più disparate trappole e situazioni fanno di lui un ottimo alleato per tirare fuori le nostre risorse nascoste e... fare a meno del guscio. Il polpo e` anche, insieme alla seppia, un abilissimo mimetizzatore che lo rende grande maestro nel camuffaggio.

Procione: il procione ha una grande abilità manuale, che gli consente di manipolare oggetti normalmente complessi per gli altri animali, come barattoli, maniglie e chiavistelli (guadagnandosi la nomea di ladro). E` onnivoro sebbene generalmente mangi frutta e verdura. Sono animali molto curiosi, amano le esplorazioni e, grazie alla colorazione del pelo sul muso che disegna una mascherina, sono associati alla trasformazione ed alla segretezza. Sono animali molto coraggiosi ed esperti di autodifesa.

Ragno: con pazienza tesse e ritesse la tela ogni volta che viene distrutta, e lo fa con leggerezza e maestria. Se penso al ragno lo associo immediatamente alla pazienza con cui tesse e con cui aspetta la preda. Il ragno con i suoi fili permette una connessione interna e, vista la bellezza della sua tela, stimola la creatività. Il ragno inoltre insegna a conservare l`equilibrio ed e` associato al legame tra passato e futuro.

Rana: la rana e` simbolo di fertilità, di mutazione e metamorfosi, di purificazione e di guarigione spirituale. La rana spesso e` confusa con i rospi, tuttavia quest` ultimi vivono sulla terra asciutta ed hanno una pelle scabra, mentre le rane vivono sempre nelle vicinanze di corsi d`acqua ed hanno la pelle liscia. E` associata alle piogge, al suono, alle energie lunari (che influenzano le acque) ed alle dee associate alla luna. Siccome le emozioni spesso sono associate all`acqua, chi ha la rana come totem e` sensibile alle emozioni altrui e sa istintivamente come agire.

Serpente: il serpente e` presente in tantissime culture, in alcune ha una connotazione negativa ed in altre positiva. In Grecia era simbolo di alchimia e di guarigione e ne troviamo due avvolti in una spira intorno al caduceo di Hermes. In India Ananta e` il serpente dell` eternità. Il serpente rappresenta anche la Kundalini, conosciuto anche come serpente igneo, che giace alla base della colonna vertebrale e che si solleva lungo la spina dorsale quando ci sviluppiamo, aprendo nuovi livelli di consapevolezza. Il serpente simboleggia la morte e la rinascita liberandosi della vecchia pelle durante il periodo della muta. Questo ciclo ha molta attinenza con la trasmutazione del piombo in oro, studiata e ricercata a lungo dagli alchimisti. L`oroboro (o uroboro) e` un altro modo per simboleggiare il ciclo di morte e rinascita, ed e` un antico simbolo che rappresenta un serpente che divora la propria coda. Prima della muta gli occhi del serpente assumono un aspetto annebbiato che ricorda la trance. Secondo molti questo stato di trance simboleggia la capacita` di viaggiare tra il mondo dei morti per poi fare ritorno in quello dei vivi. Terminato il periodo della muta gli occhi del serpente acquisiscono una nuova lucentezza che rappresenta la visuale del mondo secondo una nuova prospettiva. Il serpente e` un animale molto veloce, preciso e sinuoso. Il suo sguardo fisso lo ha spesso fatto associare all`ipnosi, ma invita anche a scrutare nella nostra anima. I serpenti simboleggiano guarigione, trasformazione e cambiamento, saggezza e creatività.

Tartaruga e testuggine: la tartaruga va distinta dalla testuggine, poiché le testuggini vivono sulla terraferma mentre le tartarughe vivono in acqua o presso corsi d`acqua. Per i Nativi Americani sono associate al ciclo mestruale, alle fasi lunari ed alle energie femminili, mentre in Nigeria simboleggiano la sessualità e l`organo sessuale femminile. La tartaruga simboleggia inoltre la madre primordiale. La tartaruga e la testuggine sono molto longeve ed hanno un udito molto fine nel percepire le vibrazioni, simboleggiando la chiaroudienza. Inoltre percepiscono alcuni colori, stimolando in coloro che la hanno come totem la chiaroveggenza, ed ha un olfatto piuttosto sviluppato. La sua lentezza non solo nei movimenti ma anche nel metabolismo ci invita ad acquisire una nuova percezione del tempo. Sono animali che traggono spesso vantaggio dalle occasioni che si manifestano, e ciò e` palesato dalla loro alimentazione onnivora (e` errato considerarle vegane, anche le testuggini non mangiano unicamente verdura e frutta ma si nutrono anche di osso di seppia, gusci di lumache, vermi e qualche insetto occasionalmente ecc). La tartaruga che ci si manifesta lancia un chiaro segnale: dobbiamo ricongiungerci all`essenza primordiale e prendere tempo nelle decisioni, attingendo ad esse nel momento giusto. La tartaruga ci insegna a rallentare i ritmi e ad affinare la nostra sensibilità.

Tasso: il tasso e` un carnivoro dai muscoli e dalle mascelle possenti ed e` un grande scavatore, proprio per quest`ultimo aspetto viene legato al mondo degli gnomi ed agli spiriti della terra. Sono animali piuttosto solitari che ci insegnano ad affidarci alle nostre qualità piuttosto che dipendere dagli altri. Siccome scava gallerie sotterranee e` associato al mondo dei minerali e delle erbe e viene quindi ritenuto in guaritore. Ci insegna a guardare sotto la superficie delle cose, ad andare più a fondo e a scavare per andare più in profondità.