Candele e colori: preparazione delle candele a scopo magico e degli gli oli per ungerle


  • Introduzione
Le candele sono un elemento molto importante per la Strega, sia durante un rituale o un incantesimo sia da bruciare al di fuori di questi due casi, ovvero quando si vuole allontanare o attirare qualcosa (esempio: candele nere per allontanare la negatività, candele verdi per attirare guadagno).
Chi non pratica Stregoneria può trovarsi d`accordo sul punto che le candele creano atmosfere magiche e particolari, e sono perfette per le più svariate occasioni.
Esistono le candele semplici oppure quelle dette anche "statue di cera" che hanno particolari sembianze (candela della strega, candela del gatto, candela  del serpente, candela della mummia, candela del teschio, ecc).
Spesso la candela in base allo scopo viene unta con oli speciali (di cui parlerò a breve) ed ha un preciso colore, tuttavia se non possediamo un a determinata tonalità possiamo usarne una bianca, in quanto il bianco contiene tutti i colori presenti nello spettro della luce.
Qui sotto troverete molte informazioni importantissime, dalla preparazione della candela al suo spegnimento.

E` meglio scegliere candele in cera d`api o cera di soia piuttosto che quelle in paraffina, per il semplice fatto che le candele in paraffina sono più inquinanti.

Per lavorare con le candele la Strega deve avere una sufficiente esperienza, conoscere bene le ore planetarie, le erbe (perché per "imbottire" una candela aprendola sul fondo con erbe o usare oli essenziali dobbiamo conoscerne le proprieta`) ed i colori.

  • Le corrispondenze dei colori 
Arancione: successo, vendita, conoscenze occulte, salute, azione
Bianco: purezza, pace, spiritualità, Luna
Blu: saggezza, calma, acqua, protezione, Giove
Giallo: logica, intelligenza, Sole, apprendimento
Grigio: medianità, influenzare le azioni qualcuno, quando si inizia qualcosa
Marrone: affari, lavoro, materialità, beni immobili
Nero: allontanare o richiamare negatività, Saturno, protezione dal male.
Rosa: affetto, amicizie, amore romantico, unioni, Venere
Rosso: passione, coraggio, forza, fuoco, lussuria, Marte
Viola: abilita` psichiche, spiritualità, spiriti, medianità, meditazione
Verde: denaro, fortuna, prosperità, Madre Terra, studio, guarigione, magia verde, abbondanza, Venere

  • I colori associati ai giorni della settimana
Arancione: Domenica
Bianco: Lunedì
Blu: Giovedì
Giallo: Domenica
Grigio: Lunedì
Marrone: Mercoledì
Nero: Sabato
Rosa: Venerdì
Rosso: Martedì
Viola: Mercoledì
Verde: Venerdì

Approfondisci i giorni della settimana cliccando qui.
Per le ore planetarie leggi qui.

  • Preparare le candele in casa
burning candle gif photo: burning candle thCandle20burning-2.gifPer comprare le candele fatte da qualcuno, a mio parere, dobbiamo allora conoscerlo bene. Non mi piace molto l`idea che energie altrui possano finire su una candela che poi avrà un compito specifico, per cui nel caso le candele vengano acquistate dovranno essere, a mio avviso, attentamente purificate.
Detto ciò, preferisco di gran lunga preparare le candele in casa anche perché sono anche una fanatica del fai da te e penso che fare le candele in casa sia un ottimo passatempo e un ottimo modo per creare candele in sintonia con le nostre energie. Quando preparo candele a scopo magico, lo faccio nel giorno e nell`ora planetaria appropriata. Quando la candela e` pronta, la purifico. Nel caso invece la candela sia per qualcun`altro che me l`ha richiesta, lascio che sia questa persona a purificarla, caricarla ed ungerla.
Per preparare una candela a scopo magico l`ideale sarebbe usare della cera d`api vergine, tuttavia possiamo usare anche cera di soia, una base classica per candele inodore (si trova nei negozi di fai da te ed e` composta da stearina e paraffina), cera d`api sbiancata. Per colorare le nostre candele possiamo usare pigmenti appositi, qualche goccia di colori a tempera, mica o un pezzo di pastello a cera. L`importante e` che il materiale usato sia pulito. Possiamo potenziare e profumare la nostra candela utilizzando oli essenziali da versare nella cera ancora sciolta.
La cera d`api vergine non necessita di ulteriori profumazioni perché emana già da se` un odore rilassante e gradevole, tuttavia se vogliamo possiamo aggiungere lo stesso degli oli essenziali.

Preparazione base per fare candele magiche:

Sciolgo a bagnomaria la cera scelta, aggiungo il colore e qualche goccia di olio essenziale adatto allo scopo (esempio: candela rosa per amore romantico, aggiungo olio essenziale di rosa od olio profumato alla rosa di buona qualità). Mescolo bene con un cucchiaio che uso solo per fare candele (e che ogni volta ripulisco attentamente), metto lo stoppino nello stampo apposito bloccandolo con qualche goccia di cera sul fondo e verso la cera. A questo punto lascio solidificare e raffreddare.
Se invece vogliamo creare una candela lunga ma non abbiamo uno stampo apposito, immergiamo lo stoppino (che dovrà essere piuttosto lungo) per circa 35-40 volte nella cera lasciando raffreddare ogni volta lo strato, in sintesi: immergo, lascio asciugare, immergo, lascio asciugare. Ogni volta lo stoppino dovrà essere tenuto in verticale altrimenti solidificandosi verrà di forme strane.
Per purificare e consacrare una candela scegliete un metodo appropriato alle vostre credenze. Io in questo caso lavoro molto con il Reiki (ma per farlo dovete essere stati attivati).

Possiamo segnare le candele creando sigilli usando un rametto appuntito e resistente appartenente ad un`erba adatta allo scopo (negli incantesimi per nuocere si usano coltellini o chiodi, ma sconsiglio vivamente l`uso della Stregoneria per nuocere agli altri!).

Per scoprire come creare candele con fogli in cera d`api clicca qui.

  • Oli per ungere le candele 
Per preparare un olio adatto all`unzione delle candele uso una base di olio vegetale arricchita con erbe ed eventualmente oli essenziali.
L`olio (es. di oliva) viene versato in un contenitore scuro pulito, in cui ho messo erbe essiccate adatte allo scopo (es. amore: gelsomino). Insomma: preparo un oleolito... per candele. A questo olio posso aggiungere delle gocce di olio essenziale (es. amore: olio essenziale di rosa e gelsomino). Lascio olio ed erbe al buio per un mesetto circa, controllando che non irrancidisca (in tal caso e` da buttare).
Passati i 30 giorni filtro il tutto e metto in un contenitore di vetro scuro (vade retro, plastica!). Mettiamo un`etichetta sulla boccetta per ricordarci a quale scopo serve l`olio, soprattutto se nel nostro scaffale magico ne abbiamo diversi.

Per ungere le candele dobbiamo avere l`accortezza di non sfregarle facendo su e giù, altrimenti annulliamo tutto (e dobbiamo rifare tutto daccapo, quindi ricordiamocelo!).
Per attirare: ungendo la candela partiamo dalla cima e arriviamo a meta`, fermiamoci, adesso partiamo dal fondo e arriviamo di nuovo fino a meta` della candela (alto-centro; basso-centro).
Per allontanare: ungendo la candela partiamo dal centro ed arriviamo in cima della candela, fermiamoci, partiamo di nuovo dal centro ed arriviamo fino al fondo della candela.

  • Il galateo delle candele
E` buona norma rispettare alcune regole davvero importanti per non annullare l`effetto delle candele: 

- Non si usano fiammiferi, in quanto sulla capocchia contengono zolfo. Usiamo un semplice accendino che usiamo solo per accendere le candele "magiche". 

- Non ricicliamo mai vari pezzi di candele usati in un incantesimo per rifonderle e farne un`altra. Se invece le abbiamo usate al di fuori di rituali e incantesimi ben venga, e` un ottimo metodo per riciclare la cera. 

- Non soffiamo sulla candela per spegnerla, e non schiacciamo lo stoppino con le dita per estinguere la fiammella. Usiamo uno smoccolatoio o agitiamo la mano per fare aria fino a farla spegnere. 
Il metodo migliore e` quello dello smoccolatoio.
Se una candela e` stata usata in un rituale in cui deve continuare a bruciare fino alla sua consumazione, ovviamente non spegniamola.

- Le gocce di cera colate da candele usate per attirare qualcosa possono essere conservate nei sacchettini appositi: se abbiamo qualche goccia di una candela preparata per attirare denaro possiamo tenere le gocce di cera in sacchettini con il medesimo scopo e/o nel portafogli. I residui della candela possono essere sepelliti nel nostro giardino per gli incantesimi volti ad attirare qualcosa. Non facciamolo con cose che vogliamo scacciare, o e` facile ritrovarsele tra i piedi più di prima.
Le gocce di cera fatte cadere in acqua fredda possono essere interpretate e usate come strumento divinatorio, interpretando la forma che assumono.

- Le candele sono ottime indicatrici della qualità del nostro rito: durante un rituale verifichiamo che la fiamma sia attiva e vivace, infatti se cosi non fosse molto probabilmente il risultato del rituale sara` nullo.